Menu Home

Progetto

Conciliazione plurale…tra generi, famiglie, lavori

Se analizziamo la società attuale, sembrano stare stretti i singolari delle parole lavoro e famiglia.

Interrogando le nuove tecnologie come Google NGram Viewer si osserva che la parola ‘lavoratori’ (workers) ha subito negli ultimi trent’anni una decrescita costante: una tra le interpretazioni del fenomeno (Pais, La rete che lavora, 2012) rimanda a “una frantumazione del lessico, corrispondente al passaggio dal Lavoro ai lavori”: un numero sempre crescente di persone, infatti, giovani ma non solo, svolge una pluralità di lavori, anche molto diversi tra loro.

Contemporaneamente, si moltiplicano i modelli famigliari: famiglie allargate, monogenitoriali, strette e lunghe, ricostruite (o de-costruite); si curano le relazioni, non solo all’interno del nucleo famigliare che si è costituito, ma anche all’esterno, con le famiglie d’origine e con le persone ad esso collegate. È evidente come il singolare non permetta di dare visibilità e tener conto di questa pluralità di forme, oggi sempre più diffuse e forse preminenti.

La conciliazione riguarda una molteplicità di aspetti della vita di una persona (non solo l’ambito familiare e lavorativo), così come è indispensabile la capacità di costruire conciliazioni fra interessi e condizioni di persone diverse, e ancora fra persone e organizzazioni. Ci piacerebbe quindi che le politiche di conciliazione diventassero sempre meno politiche di pari opportunità rivolte alle sole donne e sempre più – per tutti – politiche per la promozione del lavoro e della famiglia

In questo blog vorremmo raccontare molteplici esperienze, discutere pratiche di conciliazione, documentare prospettive non solo femminili, e… dire la nostra.

1 reply

  1. Putroppo, questo vostro progetto, che mi sembra molto interessante, mi prendeimpreparata (anche se ne capisco l’importanza e il livello, non so ancora se il programma è solamente teroico o anche, diciamo cosi’, di “teoria effettuale” Passero’ ad amici, sempre che mi convinvìca, andando avanti a leggere, della sua validità. Vi ringrazio moltissimo, conttnuate a non depennarmi! —chiara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...