Menu Home

“Progettare la parità in Lombardia – 2014”

Il bando

Regione Lombardia ha approvato l’iniziativa denominata “Progettare la parità in Lombardia – 2014”, per l’attivazione e il sostegno, mediante l’erogazione di contributi, di progetti volti alla promozione delle pari opportunità tra donne e uomini sul territorio regionale (D.G.R. n. X/1443 del 28/2/2014).

I destinatari

I progetti potranno essere presentati da:

La domanda può essere presentata solo in forma di partenariato da un raggruppamento di più soggetti (pubblici e/o privati) non inferiore a tre. Il soggetto che rispetta le caratteristiche descritte dal bando può essere anche soltanto uno. Ad esempio: ente pubblico aderente alla Rete Centri Risorse Locali di Parità + cooperativa sociale + Associazione non aderente all’Albo regionale delle Associazioni e Movimenti per le Pari Opportunità. L’accordo di partenariato è parte integrante della scheda del progetto. I proponenti possono presentare un solo progetto.

Tipologia di intervento

Gli interventi potranno riguardare:

  • l’attivazione e lo sviluppo di servizi dedicati alle donne (ad esempio: centri risorse, centri donna, centri antiviolenza, sportelli informativi, numeri verdi, ecc.);
  • la realizzazione di iniziative di divulgazione, campagne informative e percorsi formativi, finalizzati allo sviluppo delle pari opportunità di genere (ad esempio: convegni, seminari tematici, percorsi formativi e informativi, prodotti di diffusione e promozione, ecc.).

La durata dei progetti non potrà essere superiore ai 6 mesi dalla data di concessione del contributo e in ogni caso dovrà terminare entro dicembre 2014.

Ambiti e tematiche d’intervento

Gli interventi verteranno sulle seguenti tematiche:

  • conciliazione vita familiare/vita professionale (con particolare attenzione allo sviluppo delle politiche temporali);
  • azioni volte a favorire il riequilibrio di genere nella rappresentanza;
  • lotta agli stereotipi e alle discriminazioni di genere;
  • contrasto alla violenza nei confronti delle donne (domestica, extra-domestica e tratta);
  • integrazione delle donne immigrate;

I contributi e i criteri per l’erogazione:

I fondi complessivi a disposizione ammontano a € 222.450,00.
Il contributo regionale per i progetti ammessi non potrà tuttavia superare il 50% delle spese a carico del soggetto promotore; tale quota verrà calcolata con riferimento alla spesa complessiva risultante dal bilancio preventivo dell’iniziativa, non coperta da altre fonti di finanziamento.
Il contributo regionale non potrà in ogni caso superare la cifra di € 10.000,00.

Scadenze

È possibile presentare personalmente o inviare tramite PEC la domanda di partecipazione da lunedì 10 marzo 2014 a venerdì 11 aprile. Per maggiori informazioni clicca qui.

Cosa possiamo fare con voi

Pares, società cooperativa di ricerca, consulenza, formazione e scrittura può collaborare con gli enti  pubblici aderenti alla Rete regionale dei Centri Risorse Locali di Parità e con i soggetti iscritti, nell’anno 2013, all’Albo regionale delle Associazioni e dei Movimenti per le Pari opportunità alla realizzazione degli interventi.

In particolare, lo staff di Pares:

  • Progetta e realizza percorsi formativi e informativi sui seguenti temi:
    • Politiche di conciliazione. Coordinate concettuali sulla conciliazione lavoro e altri tempi di vita in un’ottica plurale; politiche in materia di conciliazione.
    • Conciliazione e parità di genere. Presenza femminile nel mondo del lavoro e ai vertici delle organizzazioni: quali gli effetti di una conciliazione mancata.
    • Pratiche di conciliazione nelle organizzazioni. Chi concilia con chi? Come accompagnare l’organizzazione e i singoli lavoratori nei processi di welfare aziendale.
    • Essere organizzazioni family friendly: strumenti di conciliazione e welfare aziendale. Principali strumenti di conciliazione in uso nelle organizzazioni pubbliche e private ed esempi di buone prassi.
    • Pianificare, dar conto e valutare: il bilancio di genere. Caratteristiche e modalità di realizzazione in enti pubblici, imprese private e reti territoriali.
    • Parità e rappresentanza di genere.
    • Stereotipi, ruoli e linguaggio di genere.
  • Supporta enti locali e associazioni nella realizzazione di iniziative partecipate di divulgazione volte allo sviluppo delle pari opportunità di genere (convegni e seminari tematici).
  • Accompagna la scrittura di documenti divulgativi e di restituzione sfruttando le potenzialità del web 2.0 (blog, social network, e-book).
  • Facilita i processi di networking e il lavoro di rete.

* Sono aperti i termini per le iscrizioni e il rinnovo dell’Albo Regionale delle Associazioni e dei Movimenti per le Pari Opportunità per l’anno 2014. Avete tempo fino a lunedì 12 maggio 2014. Per informazioni clicca qui.

Immagine a cura di Francesca Negroni

Immagine a cura di Francesca Negroni (crediti)

Annunci

Categorie:Bandi

Tagged as:

Redazione Conciliazione Plurale

Fanno parte della redazione di Conciliazione plurale: Daniela Gatti, Anna Omodei e Laura Papetti.

https://conciliazionefamiglialavoro.wordpress.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: