Menu Home

Per una politica attenta alla parità di genere…

Italicum

Immagine a cura di Garra Kat

In questi giorni non si fa che parlare d’Italicum, la proposta di riforma della legge elettorale italiana.

In questo post, volutamente, non diremo nulla sulla proposta in generale (liste bloccate, soglie di sbarramento, premio di maggioranza,…) perché vorremmo soffermarci solo sul tema della  rappresentanza di genere.

Leggendo la proposta di riforma si trova scritto  “a pena di inammissibilità, nel complesso delle candidature circoscrizionali di ciascuna lista nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura superiore al cinquanta per cento, con arrotondamento all’unità superiore e, nella successione interna delle liste nei collegi plurinominali non possono esservi più di due candidati consecutivi del medesimo genere”.

La prima parte della proposta (parità di genere nella composizione delle liste) ha trovato molte e molti d’accordo. Ha scatenato, invece, critiche e perplessità la seconda parte, tanto che su questo punto  si è aperta una petizione su change.org indirizzata a tutti i parlamentari italiani, di qualunque forza politica: #NOICISIAMO: Uomini e Donne per una Vera Rappresentanza di Genere nell’Italicum

Quello che si contesta è l’alternanza di genere “a due a due”. Dal momento che spesso i candidati eletti nel collegio risultano essere i primi due, questi potrebbero essere sempre uomini. L’alternanza di genere “uno a uno”, invece, garantirebbe un’eguale possibilità di elezione anche per le donne. Inoltre si chiede  un’equa distribuzione di genere (50-50) rispetto ai capilista. Questo, in estrema sintesi, il contenuto della petizione citata.

Siamo consapevoli che le quote rosa possano non essere giudicate in modo pienamente positivo da tutti (e, in parte, nemmeno da noi). Tuttavia crediamo che oggi esse rappresentino l’unico modo per garantire un’equa rappresentanza di genere all’interno delle istituzioni.

La riforma elettorale dovrebbe porsi anche questo obiettivo, garantendo che oltre la metà della popolazione – quella femminile – sia rappresentata in modo paritario.

Riferimenti

Legge elettorale, ecco testo Italicum” , L’Unità – 22 gennaio 2014

Lucina Di Meco, #NOICISIAMO: per una vera rappresentanza di genere, DonneEuropa – 27 gennaio 2014

Valeria Fedeli,  Italicum”: così non si cambia davvero. Soprattutto per le donne, DonneEuropa – 24 gennaio 2014

Marina Terragni, 50/50: una furbata “italica”, blog IoDonna – 23 gennaio 2014

Altri nostri post sul tema della rappresentanza di genere:

Annunci

Categorie:Politiche Punti di vista

Tagged as:

Redazione Conciliazione Plurale

Fanno parte della redazione di Conciliazione plurale: Daniela Gatti, Anna Omodei e Laura Papetti.

https://conciliazionefamiglialavoro.wordpress.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: