Menu Home

Co-manager: un modello per gli avvicendamenti, uno strumento per la conciliazione

A cura di Cristina Giammella*

Una donna, nel suo percorso professionale di imprenditrice, può aver bisogno di assentarsi temporaneamente dall’organizzazione in cui lavora per ragioni familiari (legate principalmente a periodi di maternità o ad attività di cura nei confronti dei figli o di familiari). La fatica che si incontra nel conciliare esigenze personali e responsabilità lavorative può portare a scelte difficili: “o i figli o il lavoro” per riprendere il titolo della recente pubblicazione di Chiara Valentini.

La figura del co-manager, nata per facilitare questi avvicendamenti temporanei ai vertici, può subentrare qualora si verifichino problemi di conciliazione tra vita familiare e lavoro. Il co-manager, come scrive Anna Zavaritt nel blog La revolution en rose, è “una nuova formula di passaggio temporaneo del testimone” (Zavaritt, 2012).

Delegare, temporaneamente e con fiducia la conduzione della propria azienda a una sostituta qualificata, permette di conciliare tempi di lavoro e tempi di vita, aprendo anche la strada ad una nuova occupazione femminile” [Fonte: www.co-manager.net]. Come riportato nella citazione, spesso anche la co-manager è una donna; questo per rispondere al duplice obiettivo di favorire gli avvicendamenti e, nello stesso tempo, incentivare la partecipazione femminile al mercato del lavoro.

All’articolo 9 della legge 53 del 2000, Disposizioni per il sostegno della maternità e della paternità, per il diritto alla cura e alla formazione per il coordinamento dei tempi della città, si prevedono finanziamenti specifici per “progetti che consentono la sostituzione del titolare di impresa o del lavoratore autonomo che benefici del periodo di astensione obbligatoria o dei congedi parentali con altro imprenditore autonomo”. Quindi anche per lo Stato vanno finanziate e stimolate queste iniziative.

Di seguito, per dare conto del crescente interesse nei confronti di questa figura, si presentano due esperienze italiane.

Il progetto Equal ALTEREGO

Il progetto Equal Alterego, promosso da una partnership di soggetti avente come ente capofila Nuovo Cescot Emilia-Romagna, centro di formazione, ricerca, sviluppo dell’Associazione Confesercenti, ha come obiettivo quello di “ridurre le difficoltà e i gap di genere riscontrabili nell’attuale partecipazione delle donne al mercato del lavoro, proponendo un intervento sia per le imprenditrici, sia per le donne non occupate attraverso un servizio di sostituzione tramite la figura della Co-manager” [Fonte: www.co-manager.net].

Questi i principali obiettivi del progetto:

  • realizzare azioni positive per favorire la conciliazione tra vita familiare e lavoro;
  • costruire un sistema di servizi per sostituire temporaneamente le donne imprenditrici;
  • promuovere condizioni favorevoli per lo sviluppo delle piccole e medie imprese.

Il progetto prevede, oltre ad un servizio di sostituzione delle imprenditrici, corsi di formazione per donne disoccupate finalizzati all’acquisizione delle competenze necessarie per svolgere il ruolo di “co-manager” e la predisposizione di un albo specifico.

Per maggiori informazioni si rimanda al sito web del progetto www.co-manager.net

La sperimentazione della Provincia Autonoma di Trento

Nel gennaio 2011, la Provincia Autonoma di Trento ha avviato, con una partnership territoriale (associazione artigiani e piccole imprese della provincia di Trento e la Confesercenti del Trentino), la sperimentazione di un albo delle co-manager, ovvero un elenco di “candidate donne disposte a sostituire le imprenditrici nel periodo di astensione dal lavoro che segue la nascita di un figlio” (Zavaritt, 2012).

Per iscriversi all’albo bisogna avere i seguenti requisiti:

  • preparazione adeguata;
  • competenze specifiche;
  • flessibilità;
  • capacità di problem solving e di gestione dell’incertezza.

Il progetto ha previsto l’attivazione di corsi di formazione ad hoc finalizzati all’apprendimento del ruolo e alla conoscenza della realtà organizzativa in cui la co-manager andrà ad operare nel periodo di assenza della titolare dell’impresa.

Alcune considerazioni personali

Questa figura può essere considerata un modello di riferimento sul tema degli avvicendamenti perché quella della co-manager è una figura professionale flessibile, continuamente soggetta a cambiamenti, che deve operare in ambienti nuovi e saper far fronte alle situazioni con spirito di iniziativa e capacità di adattamento. Nel contempo mi sembra essere uno strumento importante sia per favorire la conciliazione tra impegni lavorativi ed esigenze familiari, sia per promuovere la presenza femminile, attualmente ancora esigua, nel mercato del lavoro italiano.

Riferimenti

Antonella Landini, Imprenditrice in maternità? Arriva la co-manager, www.style.it, 22 febbraio 2011

Co-manager per le imprenditrici. Una rete per sostenere le donne che guidano imprese, firmato l’accordo, Trentino, 19 settembre 2012

In Trentino nasce il Registro Co-Manager per le assenze temporanee, Imprendium, 27 gennaio 2011

Progetto Equal ALTEREGO, www.co-manager.net

Registro Co-Manager, ampliata la sperimentazione, Agenzia Trentino famiglia, 25 settembre 2012

Anna Zavaritt, Il registro delle co-manager: quando la maternità diventa opportunità, dal blog “La revolution en rose”, 27 aprile, 2012

*Cristina Giammella, laureanda in Psicologia dei Processi Sociali, decisionali e dei Comportamenti Economici all’Università degli Studi di Milano Bicocca. In precedenza ha conseguito una laurea triennale in Scienze e Tecniche Psicologiche nella stessa università.

Attualmente sta lavorando ad una tesi di laurea sul reinserimento delle donne nel mercato del lavoro dopo la maternità cercando di indagare come il Work Engagement e il Sex-Role Orientation hanno influenza sulla scelta di rientro o mancato rientro al lavoro delle neo mamme.

Annunci

Categorie:Esperienze

Tagged as:

Redazione Conciliazione Plurale

Fanno parte della redazione di Conciliazione plurale: Daniela Gatti, Anna Omodei e Laura Papetti.

https://conciliazionefamiglialavoro.wordpress.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: